Grotte e cavitÓ sotterranee

grotte e cavitÓ - Barisciano

16 set. 2012

E' stata depositata, all'attenzione del consiglio comunale di Barisciano, una interrogazione per avere chiarimenti e delucidazioni sulla questione, mai risolta, delle grotte e delle cavità sotterranee che interessano l'abitato del capoluogo e delle frazioni.

Si chiedono chiarimenti all'amministrazione circa le azioni che intende intraprendere per la messa in sicurezza delle cavità sotterranee.

Una questione oggi nuovamente alla ribalta della cronaca ma sollevata dal sottoscritto già a marzo del 2011 (vedi allegato) con una lettera aperta alle autorità apicali a cui si chiedeva se l'inadeguatezza di una amministrazione comunale potesse essere elemento sufficiente per condizionare negativamente la qualità della ricostruzione di un intero Paese.

Una comunicazione rimasta come è ovvio senza risposta ed oggi, ad un anno e mezzo da quella segnalazione, ci troviamo in stato d'emergenza per il probabile imminente crollo di porzioni importanti di queste cavità con le conseguenze che possiamo immaginare.

Nel documento ci si domanda:

  • se questa amministrazione è in grado di illuminare il sottoscritto ed il consiglio tutto sulla questione delle grotte e cavità sotterranee che interessano l'abitato delle frazioni e del capoluogo;
  • se risulta vero che sono stati svolti sopralluoghi e redatti studi puntuali da parte di eminenti professionisti e che tali studi sono stati sottoposti all'attenzione di questa amministrazione nonché delle autorità competenti di Protezione Civile per l'elevato rischio riscontrato;
  • se risulta vero che tali studi evidenziano criticità e pericoli latenti che riguardano non solo la fase della ricostruzione ma soprattutto l'attuale incolumità pubblica dato che le cavità sottostanti ad alcune aree della viabilità comunale sono a rischio di imminenti cedimenti;
  • se risulta vero che nonostante questo studio puntuale le aree oggetto del dissesto ed a rischio imminente di cedimento non sono state chiuse all'accesso pubblico;
  • se risulta vero che tra le concause di questi cedimenti ci sia la perdita d'acqua dalle condotte idriche comunali;
  • se risulta vero che questa amministrazione abbia provveduto, in un primo momento, a chiudere l'afflusso idrico in quest'area ma che ora l'abbia riattivato per servire un'unica utenza e quindi stia consapevolmente ignorando i motivi che ne consigliano la chiusura;
  • se risulta vero che tali studi sono stati commissionati da rappresentanti di consorzi e proprietari degli immobili danneggiati dal sisma anziché da questa amministrazione e che quest'ultima abbia espresso un forte disappunto sull'iniziativa intrapresa;
  • se risulta vero che questa amministrazione, per affrontare con buon senso ed efficacia la questione, ha bisogno come stimolo primario non già il dovere di assecondare l'interesse pubblico ma che il caso venga portato all'attenzione dei media e delle autorità competenti;
  • se risulta vero che le legittime e numerose istanze presentate dai cittadini, preoccupati di come non viene affrontato il problema dall'amministrazione, hanno trovato finora il Sindaco infastidito da tanto "ardire";
  • se risulta vero che la maggior parte dei consiglieri ignora totalmente questo argomento;
  • se risulta vero che l'università incaricata della redazione dei piani di ricostruzione ignora anch'essa l'esistenza di tale problematica;

* censimento cavità sotterranee

* Macerie e grotte, il caso-Barisciano

* Grotte e Grottoni

* E se il Sindaco fosse inadeguato a gestire la ricostruzione

Walter Salvatore