Barisciano-Illum.ne pubblica: Asini e Confetti (9░parte)

Disservizi atavici a Picenze di Barisciano

31 mag. 2013

Lamentele, solleciti e proteste sui disservizi nella pubblica illuminazione dopo mesi, troppi mesi, si sono dovuti trasformare in comunicati di protesta e denuncia veicolati sulle pagine dei giornali per trovare riscontro ed un minimo di attenzione da chi altrimenti è sordo ad ogni segnalazione.

Una nota di redazione così commentava, a fine gennaio, uno di questi comunicati:

"La stampa riportando certe istanze fa il suo mestiere e il suo dovere. E' tuttavia triste che per ottenere l'ordinario, cioè due lampade per l'illuminazione pubblica, occorra... ricorrere alla stampa! Più che triste, è il ritratto dei tempi, in cui la normalità diventa o elargizione pre-elettorale o caso sui giornali."

Sulla spinta dei media il Comune decide di riconoscere un maggior compenso, per svolgere lavori urgenti all'impianto al servizio della Frazione Picenze, alla stessa ditta già affidataria della manutenzione ordinaria della pubblica illuminazione.

Ma se oggi dalle carte (determinazione Uff./Tec. n. 105 del 20.12.2012 che affida il servizio di manutenzione - determinazione Uff./Tec. n. 13 del 05-02-2013 che quantifica ed affida i lavori urgenti nelle Frazioni) risulta formalmente tutto risolto, è sufficiente recarsi sul posto a "lavori urgenti e straordinari" eseguiti per constatare una situazione che lascia sgomenti ed interdetti.

Se a quanto accade per la pubblica illuminazione delle Frazioni ci aggiungiamo che da mesi i cittadini ospiti nei MAP di Barisciano attendono che qualcuno, magari l'affidataria del contratto di manutenzione, intervenga a riattivare i lampioni segnalati ormai fin troppe volte come spenti si può ben dire che è fin troppo facile aggiudicarsi affidamenti pubblici se poi non è necessario e nessuno ti impone di intervenire in tempi e modi edeguati fornendo il servizio per cui l'Ente ti sta pagando.

Di seguito qualche utile rimando che evidenzia l'atavica indifferenza di questa amministrazione:

Nelle foto: Pozzetto del lampione aperto e con i fili elettrici a portata di bambino e pozzetto coperto da un improbabile foglio di plastica ma con poggiato sopra il confortante segnale di lavori in corso.

Walter Salvatore